Anomalia nostrana

«Il terzo punto, che dà il titolo al libro, è l’autodistruzione della sinistra, ambito nel quale all’Italia spetta un posto d’onore. Non si riesce invero a capire perché mai i tedeschi o glisvedesi, o i belgi, o gli austriaci, abbiano diritto ad avere un partito socialdemocratico nei loro parlamenti, ma non gli italiani.
Hanno impiegato oltre quindici anni, dalla “Bolognina” alla nascita del cosiddetto Pd, a demolire quanto ancora restava dell’insediamento sociale, culturale e umano del maggior partito riformista che l’Italia abbia avuto nella sua storia repubblicana, e che Togliatti chiamò “partito nuovo”».
Luciano Canfora, a proposito del libro di Domenico Losurdo, La sinistra assente, Carocci, su “Il Corriere della Sera” di lunedì 3 novembre 2014

Leave a Reply