bacio

L’incipit de “L’ingrato”

23 marzo 2010

Ti odio, maledetto.

Quando tornavi a casa la sera, anche se eri stanco, non dimenticavi mai di darmi un bacio. Venivi a cercarmi dovunque per la casa per darmi quel bacio. Anche fino alla porta del bagno. Quella non l’oltrepassavi. L’hai fatto solo una volta. Questione di rispetto, penso. Eri duro in queste cose. Meravigliosamente inflessibile. Anche se qualche volta ho pensato che quelli fossero gesti mancati. Cali di tensione. Disattenzioni. Insomma tuoi errori. . […]