egoismo

Preoccupazioni

30 giugno 2010

Alberto Giacometti, Man streading

Recentemente, una persona molto cara, direi a me legata da un che di indissolubile, si è improvvisamente presa a cuore la mia salute. Più precisamente si è preoccupata, più che di me, per me. Così, ha cercato di capire qualcosa di più, scoprendo che mi prendo a cuore la mia salute e non solo essa, al punto tale che non c’è da preoccuparsi né di me, né, tanto meno, per me. All’occorrenza lo faccio già da solo, benché tendenzialmente mi occupi di me più che pre-occuparmi. Lo trovo più proficuo.

Sono però contento che le rassicurazioni ottenute abbiano almeno consentito di liberarsi il petto, di mettersi in pace con la coscienza, o con qualche altra onda anomala che si dovesse agitar in petto. Aver d’intorno persone serene e non preoccupate, rasserena e alleggerisce, perché solitamente oltre alle proprie magagne, si debbono assommare anche quelle di coloro che ansimano per le tue magagne.

[Continua a leggere >>]