festa delle donne

Je t’aime, je t’adore

8 marzo 2010

Come tutte le celebrazioni l’8 marzo si presta a innumerevoli interpretazioni. Che possono dividerci più che unirci. Mimosa sì, mimosa no, una volta l’anno o sempre, giorno per giorno, finché la morte non ci separi, nella buona e nella cattiva sorte… Non me ne importa nulla (non è affatto vero) dei commenti o dei giudizi. Ognuno interpreterà come crede. Io oggi vorrei trascrivere qui qualche riga dal mio racconto Amore in buca e allegare l’ultimo canto di una battagliera per la libertà, per l’amore, per le donne: la sigaraia. [Continua a leggere >>]