gioco

Giochi

31 luglio 2010

Domino

La possibilità di fidarsi degli altri è data in buona parte dalla possibilità di fidarsi di se stessi. Quanto più scarsa è la seconda, quanto più risicata ne deriva la prima. Se poi si innesca un domino di diffidenze, nel gioco del quale l’inaffidabilità dell’altro si associa alla propria e queste si assommano reclamando l’affidabilità di una terza, dell’unica alla quale niente sarebbe da richiedere se solo fossero affidabili le proprie menti, se non vi fosse il timore che le legittime debolezze possano esser condivise, magari sfalsate o non esattamente riposte, ma, in quanto tali, ammissibili, riconoscibili, sopportabili… se tutto ciò, se tutto ciò, ma anche qui i se diventano troppi e quel castello di tessere, quel serpente di tasselli, rivela immediatamente la propria fragilità, l’inconsistenza, il niente che lo sostiene, la precarietà del punto su cui poggia, del fulcro sul quale s’innesta e vorrebbe far leva.

[Continua a leggere >>]