Giorgio Van Straten

Certe notti

1 maggio 2010

La biblioteca delle Oblate

La mia notte bianca non c’è stata. O è durata poco. Come mi ha detto Melissa Bignotti, prima che cominciasse, «noi abbiamo già tutte le altre». In bianco, per quel che mi riguarda, da ogni punto di vista. C’è però stata una piacevole serata in cui ho potuto dire due parole – spero non totalmente prive di senso – sul libro di Paolo Ciampi, con cui condivido più d’una cosa comune da una decina d’anni, Una famiglia, pubblicato da Giuntina e presentato stasera al Beaubourg di Firenze che si chiama le Oblate da Giorgio Van Straten e da Simone Siliani, due ex figgicciotti, ognuno dei quali poi ha preso la sua strada, o forse ce l’aveva già segnata allora.

[Continua a leggere >>]