Giovanni Boccaccio

Letture boccaccesche

2 agosto 2012

Il frontespizio del Decamerone

Dice il vocabolario che in senso figurato l’aggettivo boccaccesco significa licenzioso, salace. Cercando dei sinonimi impudico, lascivo, sboccato, triviale. Volendo i contrari castigato e casto. Proprio quello figurato è il significato più diffuso di questa parola, perché nell’accezione “dello scrittore Giovanni Boccaccio”, è considerato non comune, benché certo ne tragga l’origine.

E mi son chiesto se si possa definire boccaccesca la mia novella Io la salverò, signorina Else, che proprio a Certaldo, città natale dell’autore del Decameron, vien presentata per la prima volta dinanzi al pubblico: domenica 5 agosto alle ore 21, infatti, Enrico Pace, collega che ha lavorato al Nuovo Corriere di Firenze, mi mette sotto torchio nell’ambito degli incontri con gli autori che gli organizzatori della Festa democratica regionale sulla cultura hanno messo in calendario.

[Continua a leggere >>]