Istituto Gramsci

Obbligo di sapere

26 gennaio 2014

La regia televisiva di Sky

Uno dei punti chiave della riforma scolastica che volevamo quando andavo al liceo – anni Settanta del secolo scorso – era l’estensione dell’obbligo scolastico non a un’età, ma al compimento di un ciclo di studio e formazione, di modo che chiunque – ricco o povero, geniale o stupido – avesse i basamenti o il minimo comun denominatore per affrontar da solo l’esistenza, debuttare in società, trovar di che campare.

[Continua a leggere >>]

Ma guarda ’sti faccioni

21 febbraio 2010

Ahimè!

E chi si presenta più alle elezioni senza mettere in gioco il proprio volto? Le regole della comunicazione nell’epoca del post-internet son note. Eppure un tempo, che si trattasse di una frase o di un simbolo si marciava così. All’Istituto Gramsci di Bologna hanno raccolto e continuano a raccogliere manifesti e volantini politici. Ne hanno 12mila. Una bella iniziativa.

Da vedere su www.manifestipolitici.it