Lavoro

Fatica interna lorda

10 luglio 2010

L’indicatore con cui, più o meno correttamente, si giudica la ricchezza di un paese è il Prodotto interno lordo, solitamente indicato con l’acronimo Pil. Ritengo che ogni Stato, ogni governo, avrebbe l’obbligo di prendere il proprio Pil, dividerlo per il numero di abitanti tenendo conto delle differenze di reddito derivanti da salari, rendite, profitti, e pretendere che ciascuno per la propria parte contribuisca alla realizzazione di quel risultato o anche di uno migliore, se indispensabile per far star bene il paese, percependo per ciò una quota proporzionata e non arbitraria di salario, rendita, profitto. Il lavoro è fatica e costa il sudore della fronte ed è l’opportunità che ognuno ha di relazionarsi con coloro che gli stanno intorno. Per cui dal Pil passerei alla Fil, la fatica interna lorda.