Panico

La paura

28 luglio 2010

Da un film del terrore

La paura è, né più né meno, che un indicatore. Siamo tutti abituati a parlare di noi stessi e del nostro corpo servendoci della similitudine con un autoveicolo, perciò forse ci è più facile comprendere dicendo che la paura è una delle tante spie che stanno sul nostro cruscotto. Ne abbiamo altre. La fatica ci segnala che il nostro organismo è stanco ed ha bisogno di fermarsi, la febbre che è in atto un processo infiammatorio e da qualche parte dobbiamo intervenire per diminuire la temperatura corporea o scacciare ciò che la sta provocando. I brividi ci dicono del freddo, la fame di un organismo a cui manca qualcosa. Si dice che alcuni di noi abbiano un sesto senso e più facilmente di altri scorgano con la coda dell’occhio o abbiano i riflessi pronti a impedire che un oggetto cada per terra percependo quel che sta avvenendo in frazioni di secondo più ridotte e anche questo è un campanello d’allarme, un messaggio d’avvertimento, una spia accesa, appunto, o una sirena che suona.

[Continua a leggere >>]