Sergio Marchionne

Doveri e mestieri

31 luglio 2010

Sergio Marchionne

Stavolta non sono d’accordo con Moni Ovadia. Di poco, perché il suo ragionamento sta in piedi e per molti versi non fa una piega. Su l’Unità di oggi il suo articolo s’intitola Il dovere di ciascuno e in esso Ovadia sostiene che Marchionne prima d’esser capitano d’azienda farebbe bene a rammentarsi che è uomo e cittadino. C’è del vero, inequivocabilmente, ma l’uomo cittadino Marchionne nel nostro mondo fa il capitano d’impresa se non addirittura il proprietario delle ferriere. E quel che si vorrebbe da lui è che facesse bene questo mestiere, non che ci spiegasse cosa sono i diritti e i doveri: per questo ci dovrebbero essere i legislatori, in parte i magistrati, un po’ anche i filosofi e i moralisti.

[Continua a leggere >>]