Sicurezza

Un voto per la sicurezza

18 febbraio 2018

Molti opinionisti hanno notato che nella campagna elettorale per le elezioni politiche del 4 marzo prossimo il commento della cronaca nera ha soppiantato la discussione sui programmi e le intenzioni di governo. Con toni da “grand guignol” i media hanno amplificato questa spasmodica attenzione della politica.

Risultato: paura e sicurezza sono l’argomento “principe” intorno al quale ci si interroga in attesa dell’apertura dei seggi, in virtù di un paradosso. I dati infatti dicono che gli omicidi nel 2016 sono stati 400, circa 4 volte meno di quelli degli anni Novanta: 0,7 omicidi ogni 100mila abitanti secondo l’Istat, per la quale i furti in abitazione diminuiscono dopo anni in cui sono stati in crescita, mentre restano stazionari borseggi e rapine.

Anche i dati del ministero dell’Interno relativi al 2016 dicono che si è ridotto il numero di omicidi, rapine, violenze sessuali, furti ed estorsioni, con una diminuzione di reati del 16,2% in meno rispetto all’anno precedente.

[Continua a leggere >>]

Intorno alla sicurezza

13 agosto 2010

L'eruzione di un vulcano

E se c’è un giorno, per un uomo, maschio o femmina che sia, in cui anche la cosa più semplice e banale – arrivare fino all’ufficio postale, per esempio, compilare il modulo, mettersi in coda, fare la fila, pagare il bollettino, tornare a casa – risulta impossibile da fare, di lui diremo che è inetto, incapace e l’idea che ci eravamo fatti sul suo conto o le aspettative che gli avevamo affidato, ci crolleranno d’un tratto frantumandosi come elettroni lanciati a tutta forza in un anello che lambisce il lago di Ginevra? La debolezza non è data. Non ha uno spazio suo proprio. È più minacciosa, per la propria integrità – intendo quella altrui –, di una sommossa popolare. È destabilizzante. Si può tremare dinanzi ad essa ed adottare per arginarla ogni forma di scorciatoia.

[Continua a leggere >>]