Tiziano Terzani

Mario, gli scrittori, i giornalisti

1 dicembre 2012

Mario Talli

Su una rivista di categoria – quella a cui spero di appartenere al più presto, o, almeno, nei tempi previsti dalla legge, ovvero sia la rivista dei giornalisti pensionati – Mario Talli, stimato collega che ha guidato Paese Sera a Firenze negli anni in cui quel giornale era una delle migliori testate che siano mai circolate in edicola, tempo fa ha pubblicato un articolo che suppongo abbia suscitato qualche ira.

[Continua a leggere >>]

Bisogno di fantasia

5 gennaio 2011

Quello di cui oggi abbiamo tutti bisogno è la fantasia per ripensare la nostra vita, per uscire dagli schemi, per non ripetere ciò che sappiamo essere sbagliato.

Tiziano Terzani

Cerchio tracciato

1 gennaio 2011

Abbiamo tracciato un cerchio attorno alle nostre vite, ci siamo detti che è stregato e facciamo di tutto per non uscirne. Ma dentro a questo cerchio ci sentiamo limitati e soffriamo.

Tiziano Terzani

Acquietare la mente

16 settembre 2010

Con la meditazione avevo imparato che, per acquietare la mente, la cosa importante non è resistere ai pensieri che insorgono, ma prenderne coscienza, accettare che ci sono: è più facile che se ne vadano così piuttosto che cercando di cacciarli.

Tiziano Terzani

Reazioni e coazioni

6 settembre 2010

Quello che facciamo è soprattutto reagire. Reagiamo a quello che ci capita, reagiamo a quello che leggiamo, che vediamo alla tv, a quello che ci viene detto. Reagiamo secondo modelli culturali e sociali prestabiliti. E sempre di piu reagiamo automaticamente. Non abbiamo il tempo di fare altro. C’e una strada gia tracciata. Procediamo per quella.

Tiziano Terzani

Un paese normale

25 giugno 2010

Eva Buiatti

Martedì prossimo, 29 giugno alle 21, al cinema Odeon – nel ricordo, a un anno di distanza dalla scomparsa, di una brava professionista che si chiamava Eva Buiatti e faceva l’epidemiologa –, il collega Massimo Orlandi, che sul palcoscenico ha dimostrato di saperci stare, terrà insieme un bel gruppetto di persone che ripercorreranno il caso Di Bella. Gli ospiti saranno: l’oncologo Dino Amadori, il direttore dell’Istituto toscano tumori, Gianni Amunni, Rosy Bindi che all’epoca dei fatti faceva il ministro della salute e a mio giudizio è stata, con i suoi difetti, il miglior ministro della salute che l’Italia abbia avuto; il difensore civico del Comune di Firenze Alberto Brasca, Riccardo Chiaberge che fino a poco tempo fa aveva in mano l’inserto domenicale del Sole 24 Ore; il presidente dell’Ordine dei medici di Firenze Antonio Panti, il giornalista scientifico Roberto Satolli e il bioeticista Sandro Spinsanti.

[Continua a leggere >>]