Domande inevase?

Mario Adinolfi

Non so se bleffi o veda. Fatto sta che un paio di giorni fa, Mario Adinolfi – per definizione di Wikipedia, «giornalista, politico, blogger e giocatore professionista di poker italiano», nonché, sempre per informazioni ivi tratte, nel 2007 candidato alla guida del Partito Democratico, che alle primarie ottiene 5.906 voti, poi membro della assemblea costituente del Pd e quindi della direzione nazionale dei Democratici, nonché primo dei non eletti nella circoscrizione Lazio 1 alle elezioni politiche del 2008 nelle liste del medesimo partito – rilascia una dichiarazione alla youtube-tv di Klaus Davi.

Dice Adinolfi: «Nel Pd ci sono massoni iscritti, sono tanti ed è noto che sono concentrati in Toscana. Non capisco il silenzio del governatore della Toscana, Enrico Rossi, e anche di Pier Luigi Bersani su questo fatto. Vorrei un Pd toscano senza massoni. È importante che in quella regione venga fatta chiarezza perché è un luogo chiave delle dinamiche di potere del centro sinistra. Avrei preferito una presa di posizione chiara sul no alla possibilità dei massoni di essere iscritti nel Pd».

L’argomento è ancora all’ordine del giorno? Ha senso tirarlo fuori ora? Che si sia d’accordo con lui o meno, una presa di posizione chiara sarebbe opportuna? C’è qualcuno che ha intenzione di sciogliere l’enigma?

Ma più che altro, si potrebbe eventualmente collegare tale riflessione interna a quello che ci racconta oggi Il fatto quotidiano con l’articolo intitolato Quel massone di Silvio?

Tags: , ,

Leave a Reply