Gli indifferenti

Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti. Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente, ma nessuno o pochi si domandano: se avessi fatto anch’io il mio dovere, se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo? Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.
Antonio Gramsci
11 febbraio 1917

Tags:

One Response to “Gli indifferenti”

  1. Gilberto Briani scrive:

    Questa tua citazione di Gramsci è perfetta come commento a questo fatto , secondo me indegno, riportato dal quotidiano “La Nazione” di oggi 6 Agosto 2014. Titolo: ” Schettino prof all’Università ” Insegno a gestire il panico” – Il naufragio in 3D alla ‘Sapienza’ con lezione e diploma. “Io so come ci si comporta”. ……… come è possibile che uno pseudocomandante abbandoni la Nave con duemila passeggeri ancora a bordo e poi venga anche diplomato da una delle maggiori ( forse di numero) Università italiane? E ‘profondamente vero quanto scrive Gramsci, che “l’indifferenza è abulia, parassitismo, è vigliaccheria, non è vita”. E’ passato un secolo da quello scritto ma gli italiani sono sempre gli stessi. Grazie!

Leave a Reply