Corpo e mente

Nel mare di inezie, stupidità, vuoti che la televisione ci sparge a piene mani, motivo per cui ho deciso di non possederne più una e ho informato la Rai che non son tenuto a pagare il canone, la poca filosofia sopravvisuta è rappresentata dal Dottor House, e perfortuna che qualche giovane guarda il telefilm, così, magari, qualche ideuzza su cui lavorare gli rimane addosso.

Il serial, reso accattivante dalle tecniche televisive americane, mescola medicina e pensieri, che per quanto minimalisti a qualcuno più attrezzato possano apparire, son pur sempre pensieri.

La frontiera cura del corpo e cura dell’anima è probabilmente una delle più feconde su cui gli eredi di Socrate, Hegel e Wittgentsein possano ancora lavorare. Per cui segnalo il volume a cura dell’amico e relatore della mia tesi Alessandro Pagnini da poco uscito per i tipi della Carocci Editore, intitolato Filosofia della medicina. Epistemologia, ontologia, etica, diritto. Non me ne vogliano gli amici medici che mi hanno curato e tirato fuori da un labirinto nel quale sono stato impegnato per un bel po’ di tempo. Ho stima del loro mestiere e apprezzo quel che sanno fare, soprattutto come riescono talvolta a inventarsi una soluzione inattesa.

Ho l’impressione però che la loro disciplina, comprensibilmente, abbia un po’ deviato dalla missione originaria, non solo nella capacità di aver dinanzi un insieme e non solo pezzi ognuno dei quali indipendente da tutto il resto, ma soprattutto nella curiosità, nel dubbio, nell’interrogativo che dovrebbe accompagnare sempre la scienza, la quale non è mai stata un monolite imperterrito soddisfatto delle proprie certezze.

Non ho letto il libro di Pagnini e forse non rientra strettamente nell’ambito dei miei interessi più diretti, li incrocia semmai di striscio, in una parte più generica che in questo momento mi induce a soffermarmi su Socrate e gli altri classici del pensiero antico. Ma davvero credo che l’incontro delle due branche, lo studio del corpo e quello della psiche, possa riservarci grandi sorprese e, magari, chissà, anche la possibilità di fare qualche passo in avanti sulla strada di una vita migliore.

Tags: , , , , ,

Leave a Reply